Bill Burr acquisterà BTC dopo aver chiacchierato con Anthony Pompliano

Bill Burr acquisterà BTC dopo aver chiacchierato con Anthony Pompliano

Bitcoin ha un nuovo fan. Il comico Bill Burr, probabilmente uno dei più grandi comici al mondo dopo il suo speciale su Netflix „F Is for Family“, ha annunciato che investirà nella moneta digitale numero uno al mondo per limite di mercato dopo aver parlato con Bitcoin Profit e l’investitore Anthony Pompliano.

Anthony Pompliano può dare un altro investitore al suo credito

Pompliano è stato recentemente ospite del podcast di Burr, e dopo una conversazione durata più di un’ora e 25 minuti, Burr si è trovato completamente convinto. La discussione si è incentrata sulla crisi finanziaria del 2008, che ha visto molte banche negli Stati Uniti crollare e richiedere il salvataggio del governo. Il periodo ha anche portato al crollo del mercato immobiliare e alla perdita di più posti di lavoro in America dalla Grande Depressione del 1929.

Alla fine della conversazione, Burr ha annunciato chiaro e tondo:

Sto diventando bitcoin.

È interessante notare che Burr non è l’unico a sentire improvvisamente un ritrovato rispetto per la cripto-moneta. Il coronavirus ha fatto rivivere a molte persone l’idea dei beni digitali mentre cercano nuovi modi per coprire la loro ricchezza contro le lotte economiche e diversificare i loro portafogli. I controlli di stimolo emersi tra marzo e maggio per gli americani che hanno guadagnato meno di 75.000 dollari all’anno hanno messo in difficoltà molte persone.

Mentre è stato bello mettere un po‘ di soldi in più in banca, molti analisti e membri del pubblico hanno riflettuto due volte sull’idea di introdurre un conto di spesa economica di 2,2 trilioni di dollari per il popolo americano. Si tratta di un numero elevato, e molti ritenevano che le ripercussioni della semplice stampa di denaro dal nulla avrebbero causato seri problemi a lungo termine. Questa sembrava una ricetta che avrebbe portato all’inflazione e ad altri problemi di massa.

Di conseguenza, il bitcoin è diventato il bene di molti, e la moneta è esplosa in prezzo, passando dai 3.000 dollari a circa 9.000 dollari al momento in cui era previsto il suo terzo dimezzamento.

Parlando dei benefici del bitcoin, Anthony Pompliano ha detto in un’intervista:

Il motivo per cui la gente è così entusiasta del bitcoin è che nessuno può pubblicarlo. Nessuno ha il controllo su di esso… Ad un certo punto, il dollaro americano non sarà più la valuta di riserva del mondo. Credo che a un certo punto, che sia tra dieci, 20 o 50 anni, il bitcoin sarà la valuta di riserva del mondo.

Il dollaro USA detiene la posizione principale

Prima del potente status economico del dollaro, il mondo vedeva l’aliante olandese e la sterlina britannica come valute di riserva rispettivamente nel XVIII e XIX secolo. Fu durante il secolo scorso che il dollaro americano si trovò a detenere il primo posto nella scala finanziaria.

Ma il bitcoin è stato creato durante la crisi finanziaria del 2008, il che significa che molti lo vedono come un’alternativa a quella che considerano una forma di fiat già fallita.